Le piante officinali amiche della pelle: Uva ursina

L’  Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi) è un piccolo arbusto sempreverde, appartenente alla famiglia delle Ericaceae dotato di frutti prostrati. Ha foglie ovali, appena picciolate, spesse, di consistenza coriacea, verde lucente sulla pagina superiore. I fiori sono rosati e riuniti in grappolini terminali; compaiono in primavera-inizio estate. I frutti sono bacche rotondeggianti, grosse, come una piccola oliva, rosse a maturazione e di consistenza farinosa. Si incontra con una cera frequenza sulle Alpi e sugli Appennini, fin oltre i 2000 m di altezza, soprattutto in radure boscose, pascoli asciutti e rocciosi, sulle rupi, consociata a eriche e ginepri, nei luoghi soleggiati.

Le foglie ben sviluppate si raccolgono in luglio-agosto e si essiccano all’ombra, in strato sottile, in un luogo ben aerato.

I costituenti principali sono:

    • Glicosidi fenolici: arbutina(tra 6.3{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5} al 9.16{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5}, più elevata in autunno, fino al 15{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5}), una glucoside che per glicolisi genera idrochinone e glucosio ;
    • Metilarbutina (concentrazione variabile , fino al 4{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5}), una glicoside che genera metilidrochinone;
    • piccole quantità degli agliconi liberi idrochinone e metilidrochinone (fino al 4{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5}).
    • Gallotannini idrosolubili (10-15{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5} – media 6-7{7c150fbb37515b0cd5a271d286d7a3670cc39f18e4403c71cee54b8accd780e5}), acido gallico, acido ellagico, galloil arbutina
    • Iridoidi 
    • Monotropeina
    • Quercetina
    • Miricetina
    • Acido malico
    • Acido ursolico
    • Olio essenziale

 

Possiede attività astringente diuretica e antisettica e viene utilizzata sotto forma di polvere, tintura, infuso e decotto per diarrea, nefriti, cistiti, prostatiti e in genere per tutte le affezioni delle vie urinarie.

Per uso cosmetico si consiglia il decotto per la pulizia del viso in caso di pelle grassa e impura. Inoltre, essendo ricca di arbutina (glucoside dell’idrochinone)  viene utilizzata in prodotti schiarenti per il trattamento delle iperpigmentazioni cutanee.

Essendo molto ricca di principi attivi, è bene venga somministrata sempre dietro consiglio medico, poiché può provocare irritazioni della mucosa gastrica e fenomeni allergici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.